Prezzi alimentari 2023: Continua la discesa

I prezzi alimentari scendono dell’1,4% rispetto a maggio 2023 e del 23,4% rispetto a marzo 2022, quando c’è stato l’aumento più alto.

Prezzi alimentari 2023

Prezzi alimentari 2023

I prezzi alimentari scendono dell’1,4% rispetto a maggio 2023 e del 23,4% rispetto a marzo 2022, quando c’è stato l’aumento più alto.

La Fao, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ha registrato l’andamento dei prezzi dei prodotti alimentari. Infatti, l’organizzazione tiene conto di tutte le variazioni mensili dei prezzi internazionali dei prodotti alimentari.

ASCOLTA IL PODCAST!

In particolare, la Fao fa sapere che c’è stato un considerevole calo dei prezzi alimentari nel 2023. Soprattutto grazie alla riduzione dei costi della gran parte degli oli vegetali e dei principali cereali. Nello specifico, il prezzo dei cereali è sceso del 2,1% rispetto a maggio a seguito della crescita delle forniture di mais provenienti da Brasile e Argentina. Il grano, invece, diminuisce dell’1,3%, mentre il riso dell’1,2%.

Per quanto riguarda gli oli vegetali, il prezzo scende del 2,4% da maggio grazie alle condizioni meteo dei Paesi di coltivazione, che hanno fatto abbassare i costi degli oli di girasole e di palma. Al contrario, aumentano, anche se di poco, le quotazioni dell’olio di colza e di soia.

In merito ai prodotti lattiero-caseari, la Fao fa sapere che c’è una diminuzione dello 0,8% nel mese di giugno. Ma a segnare il calo maggiore è lo zucchero (-3,2%) grazie ai raccolti di canna da zucchero in Brasile. Infine, i prezzi della carne sono rimasti pressoché invariati. Infatti, se i costi della carne suina e quella di pollame sono aumentati, allo stesso tempo diminuiscono le carni ovine e bovine.

GUARDA IL VIDEO!