PROCESSO TRIBUTARIO: IN ARRIVO PROVVEDIMENTI IN FORMA DIGITALE

PROCESSO TRIBUTARIO: IN ARRIVO PROVVEDIMENTI IN FORMA DIGITALE

PROCESSO TRIBUTARIO: IN ARRIVO PROVVEDIMENTI IN FORMA DIGITALE

Il nuovo decreto prevede l’introduzione della c.d. “scrivania del giudice” , vale a dire l’area di lavoro contenente le applicazioni informatiche utili allo svolgimento dell’attività giurisdizionale a cui il giudice accede via web con proprie credenziali.

Nella piattaforma è presente anche un applicativo che realizza l’automazione dell’iter di redazione, approvazione, apposizione della firma elettronica qualificata o firma digitale e deposito in formato PDF/A dei provvedimenti giurisdizionali digitali (PGD).

I provvedimenti giurisdizionali digitali sono redatti in formato PDF/A, derivante dalla conversione di un documento testuale, senza limiti per le operazioni di selezione e copia parti, sottoscritti con firma elettronica qualificata o firma digitale, nel rispetto delle disposizioni contenute nel CAD.

L’applicativo PGD permette la trasmissione del documento tra l’estensore e il presidente e la relativa sottoscrizione con firma elettronica qualificata o firma digitale, l’oscuramento dei dati personali ex art. 53, D.Lgs. n. 196/2003, la trasmissione all’area di lavoro del segretario di sezione i provvedimenti giurisdizionali monocratici o collegiali.

Il segretario di sezione, pubblica digitalmente il provvedimento del giudice con apposizione della firma elettronica qualificata o firma digitale e mediante deposito nel fascicolo processuale informatico. Il S.I.Gi.T. attribuisce automaticamente il numero e la data al provvedimento.

Se il deposito del provvedimento giurisdizionale avviene in formato analogico per indisponibilità del sistema informatico, il segretario di sezione provvede ad estrarre copia informatica del documento cartaceo e ne attesta la conformità all’originale apponendo la firma elettronica qualificata o firma digitale.

Il processo verbale di udienza, redatto dal segretario utilizzando le specifiche funzionalità del S.I.Gi.T., viene prodotto in formato PDF/A, sottoscritto con firma elettronica qualificata o firma digitale e inserito in forma integrale nel fascicolo processuale informatico. Se il processo verbale è redatto in formato analogico per indisponibilità del sistema informatico, il segretario di sezione provvede a crearne la copia informatica e attestarne la conformità all’originale apponendo la firma elettronica qualificata o firma digitale.

A partire dal 1° dicembre 2020, la trasmissione degli atti digitali, redatti secondo gli standard tecnici previsti per il processo tributario telematico, da parte degli ausiliari del giudice e delle amministrazioni pubbliche alle quali sono stati chiesti adempimenti istruttori è effettuata tramite il S.I.Gi.T. 

La trasmissione del fascicolo processuale informatico tra le Commissioni Tributarie avviene tramite S.I.Gi.T., mentre la trasmissione del fascicolo informatico o di suoi singoli atti, in ogni stato e grado del giudizio, tra organi giurisdizionali diversi (ad esempio verso la Corte di Cassazione) avviene con modalità telematiche stabilite con apposite convenzioni stipulate dal Dipartimento delle Finanze.