PRODOTTI ALIMENTARE: PROSEGUONO I RINCARI

PRODOTTI ALIMENTARE: PROSEGUONO I RINCARI

PRODOTTI ALIMENTARE: PROSEGUONO I RINCARI

L’aumento dei costi continua senza sosta la sua rapida ascesa e sembra non mostrare segni di cedimento. Infatti, tra luglio e agosto sono attesi rincari fino all’1,7% dell’alimentare, che portano al 14,9% la crescita complessiva dei prezzi alla produzione negli ultimi 12 mesi.

L’ultima indagine condotta da Unioncamere, in collaborazione con BMTI (Borsa Merci Telematica Italiana) e REF Ricerche, presso le Centrali di Acquisto della GDO (Grande Distribuzione Organizzata), ha monitorato ben 46 prodotti alimentari. I principali dati emersi su base annua mostrano che, rispetto al bimestre luglio-agosto 2021, l’olio di semi ha avuto un aumento mai visto prima (+40,9%), seguito da pasta di semola (+30%), riso (+19,4%), olio di oliva (+33,1%), burro (+25%) e farina di grano tenero (+25,4%).

ASCOLTA IL PODCAST!

Inoltre, secondo Unioncamere, rispetto a maggio e giugno, costerà sempre di più acquistare il latte a lunga conservazione, la mozzarella, la passata di pomodoro, il tonno all’olio d’oliva e i legumi in scatola, per non parlare dello yogurt (+3,5%) e del prosciutto crudo (+2,2%). Al contrario, è in calo il costo della carne di pollo (-2,7%) e di suino (-1,9%). In merito all’inflazione, invece, per il mese di giugno è pari al 13,5% e, secondo le anticipazioni della GDO, rimarrà su valori sostenuti e superiori al 9% fino alla fine del periodo estivo, con la previsione di una media dell’anno 2022 all’8,1%.

GUARDA IL VIDEO!