Quando pagano il SFL? Ecco tutti i chiarimenti INPS

Finalmente INPS fa chiarezza su esiti e primi pagamenti del Supporto Formazione e Lavoro. Con il messaggio n. 3379, comunica quando pagano SFL.

Quando pagano il SFL

Quando pagano il SFL

Finalmente INPS fa chiarezza su esiti e primi pagamenti del Supporto Formazione e Lavoro. Con il messaggio n. 3379, comunica quando pagano SFL.

Le date di riferimento calendarizzate sono dal 15 e dal 27 di ogni mese. Tuttavia, anche se lo sembrano, non sono esattamente la stessa cosa di RdC. A differenza del Reddito di Cittadinanza, il pagamento del Supporto Formazione e Lavoro non spetta da quando la domanda è accolta. Ma spetta solo per i periodi in cui si sta svolgendo una delle attività previste. A far fede come data di inizio di queste attività, è quella registrata sulla Piattaforma SIISL da chi gestisce quelle attività. E comunque, serve sempre il completamento di tutta la trafila: domanda, patto di attivazione, patto di servizio personalizzato.

ASCOLTA IL PODCAST!

Come funzionano i pagamenti e quando pagano il SFL

Ci sono delle eccezioni a questa regola che riguardano chi, ad esempio, stava già facendo o continua a svolgere un’attività prevista. Ad esempio, il programma GOL o i PUC. È chiaro che, a questo punto, si creano tre situazioni diverse. Cercheremo di semplificarle con tre esempi: Carlo, Franca e Federica e vediamo come questi casi si incrociano con le date del 15 e del 27.

Caso A

Carlo fa domanda di Supporto per la Formazione e Lavoro e sottoscrive il patto di attivazione digitale. La sua domanda risulta accolta, Dicitura “Accolta salvo ulteriori controlli“. Però Carlo, da prima di fare domanda di SFL, aveva già un patto di servizio personalizzato. E stava già svolgendo un’iniziativa di politica attiva compatibile con SFL. Perciò, per Carlo, il diritto ai pagamenti scatta a partire da quando la sua domanda è accolta.

Caso B

Franca fa domanda di Supporto Formazione e Lavoro, che è accolta. Anche Franca ha già un patto di servizio attivo. Però, a differenza di Carlo, non sta svolgendo in quel momento nessuna attività o nessun corso compatibile con SFL. Perciò, non ha già diritto a ricevere i pagamenti. Allora, dovrà trovare un corso o un’attività a cui iscriversi. Per lei, il diritto a ricevere i pagamenti scatterà da quando inizierà a svolgere un’attività di quelle compatibili.

Caso C

Federica fa domanda del Supporto e anche la sua domanda ha un esito positivo. Però, a differenza di Carlo e di Franca, non ha un patto di servizio personalizzato già sottoscritto. Allora Federica dovrà prima essere contattata dai centri per l’impiego per sottoscrivere un patto di attivazione digitale. Poi dovrà individuare un corso o un’attività a cui partecipare. A quel punto, da quando comincerà effettivamente a partecipare all’attività o al corso, allora scatterà il diritto a ricevere i pagamenti.

Le date di quando pagano il SFL

Secondo quanto riportato da INPS, i pagamenti saranno effettuati secondo questo ordine:

  • Se la domanda è presentata entro il 15 del mese e ha già tutte le condizioni, quindi patti sottoscritti e attività in corso, allora andrà in pagamento dal 27 di quel mese;
  • Per le domande presentate nel corso del mese, per cui tutte le condizioni richieste si maturano dopo il 15, ma prima della fine di quel mese, allora il pagamento pagamento partirà dal 15 del mese successivo.

Caso A-B-C per sapere quando pagano il SFL

Perciò ora mettiamo insieme gli esempi riprendendo il Caso A: Carlo, tutti i requisiti, patti sottoscritti e attività già in corso. Se Carlo presenta la domanda di SFL il 5 ottobre e tutte le condizioni sono soddisfatte entro il 15 ottobre, allora il suo primo pagamento spetterà dal 27 ottobre. Invece, se Carlo, con le sue condizioni, presenta domanda dopo il 15 ottobre, allora il primo pagamento prenderà il via dal 15 novembre.

Caso B: Franca presenta domanda di SFL il 5 ottobre. Franca ottiene l’esito positivo e ha già un patto di servizio attivo, ma non frequenta nessun corso o nessuna attività. Perciò, nell’ipotesi in cui riuscisse a iniziare un corso o una attività entro il 15 ottobre, allora troverà il primo pagamento dal 27 ottobre. Se, invece, a parità di condizioni, Franca inizia un corso dopo il 15 ottobre, ma prima del 31 ottobre, allora troverà il primo pagamento dal 15 novembre.

Il messaggio INPS, però non chiarisce l’esempio del Caso C (Federica). Pur avendo la domanda accolta, dovrà attendere prima la convocazione dei centri per l’impiego per stipulare il patto di servizio personalizzato. Poi, a quel punto, quando inizierà una delle attività, allora scatterà il diritto al pagamento. Di conseguenza, i tempi si allungano. Ma vista l’elevata quantità di variabili, che dipendono anche dalle singole zone geografiche d’Italia, non è possibile fare previsioni attendibili.

Comunicazioni e messaggi da parte di INPS

Infine, il messaggio INPS chiarisce altre due cose. La prima è che anche chi ha un patto di servizio già sottoscritto sarà convocato dalle agenzie per il lavoro. Questo per aggiornare o integrare il suddetto patto di servizio e per vedere se è coerente con le attività formative. Quindi, anche chi ha un patto di servizio già attivo faccia attenzione a eventuali comunicazioni o messaggi di convocazione. Il secondo aspetto è che il messaggio INPS fornisce anche tutta la legenda di cosa significano i vari esiti della domanda del Supporto.

GUARDA IL VIDEO!