RACCOLTA DEL MAIS: PRODUZIONE EUROPEA IN CALO

RACCOLTA DEL MAIS: PRODUZIONE EUROPEA IN CALO

RACCOLTA DEL MAIS: PRODUZIONE EUROPEA IN CALO

Siccità e caldo record hanno fortemente compromesso la raccolta del mais, tanto da portare l’Europa al primo posto tra gli acquirenti globali, con l’importazione di circa 20 milioni di tonnellate.

Secondo l’Usda, il dipartimento americano dell’Agricoltura, la produzione europea scenderà a numeri che non si vedevano da 15 anni. In base ai dati americani, quest’anno l’Ue produrrà circa 56 milioni di tonnellate di mais, un numero inferiore del 21% rispetto allo scorso anno. Di conseguenza, i 27 Paesi saranno costretti a ricorrere all’importazione, una scelta che potrebbe consegnare all’Europa il primato assoluto che solitamente apparteneva alla Cina.

ASCOLTA IL PODCAST!

Stime negative anche in merito all’export che, da 6 milioni di tonnellate nel 2021, scenderà a 2,7 milioni. C’è poi la produzione di frumento e orzo che, nonostante abbia riduzioni inferiori rispetto a quella del mais, segna comunque un bilancio al di sotto della media dello scorso anno. Infine, a causa di questa situazione, si prevedono difficoltà anche nel settore zootecnico che, oltre a dover ricorrere all’uso di altre tipologie di cereali, sarà costretto a ridurre la quota di granturco nei mix di mangimi.

GUARDA IL VIDEO!

Lascia un commento