RdC 7 mesi nel 2023: L’aggiornamento INPS

Non è una novità che, per gli occupabili, RDC durerà solo 7 mesi nel 2023. Sulla cosa, però, si sta generando un po’ di confusione. Così, INPS fa un aggiornamento.

RdC 7 mesi

RdC 7 mesi

Non è una novità che, per gli occupabili, RDC durerà solo 7 mesi nel 2023. Sulla cosa, però, si sta generando un po’ di confusione. Così, INPS fa un aggiornamento.

Com’è possibile controllare, INPS ha aggiornato la pagina della presentazione delle domande RdC. È comparsa, infatti, la stringa con la dicitura “Normativa relativa alla Misura RdC in vigore per le domande presentate dal giorno 05/07/2023”. Questa dicitura riporta tutte le novità della misura per il 2023, compresa la durata. 

ASCOLTA IL PODCAST!

Ora, nonostante questo riferimento temporale, nella sezione della durata c’è il chiarimento fondamentale sulla questione. Si può leggere, infatti: 

A decorrere dal 1° gennaio 2023 ed in via transitoria, per un periodo massimo di 7 mensilità, anziché di 18 rinnovabili, con le stesse decorrenze già definite. La durata massima di 7 mensilità nel 2023 si applica anche a coloro per i quali la prestazione è in corso di fruizione.” [Fonte: INPS]

RdC 7 mesi, che vuol dire?

In altre parole, la durata di 7 mesi per gli occupabili si applica anche se si è presentata domanda di RdC prima del 5 luglio. Ciò vuol dire che si applica a prescindere da quando si presenta. Naturalmente, questa durata di 7 mesi di RdC per gli occupabili si applica anche alle domande presentate nel 2022. Questo perché la durata dei 7 mesi era già stabilita dalla legge di bilancio. Mentre il decreto lavoro l’ha solo rielaborata nella forma, ma non nella sostanza. Stessa cosa confermata dal dossier parlamentare del decreto lavoro. 

Inoltre, è ribadito nuovamente che la durata di 7 mesi non si applica ai nuclei familiari in cui ci sono minorenni. Oppure, agli over 60, persone con disabilità almeno di grado medio. Mancano nell’elenco le persone prese in carico dai servizi sociali entro il limite dei 7 mesi. Chiaramente, RdC per queste persone continua secondo le solite regole, requisiti, obblighi, paletti e decorrenze. Inclusi eventuali stop e rinnovi, fermo restando che comunque RdC finirà per tutti al 31 dicembre 2023.

Di conseguenza, l’eventuale ultimo mese per fare domanda di RdC nel 2023 sarà quello di novembre. Quindi, chi avrà RdC terminato ad ottobre, potrà ancora presentare domanda a novembre, e potrà avere il primo e ultimo mese di pagamento a dicembre 2023. Al contrario, chi ha l’ultimo dei 18 mesi a novembre, si troverà a non poter presentare domanda a dicembre. Questo perché la prima mensilità del nuovo ciclo sarebbe a gennaio, quando RdC non ci sarà più.

Discorso leggermente diverso per chi riceve la Pensione di Cittadinanza. Quindi, potrà continuare a riceverla regolarmente fino a dicembre, perché per la PdC non è previsto nessuno stop.

GUARDA IL VIDEO!