REDDITO DI CITTADINANZA E GREEN PASS: OBBLIGATORIO PER PARTECIPARE AI PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITÀ

REDDITO DI CITTADINANZA E GREEN PASS: OBBLIGATORIO PER PARTECIPARE AI PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITÀ

REDDITO DI CITTADINANZA E GREEN PASS: OBBLIGATORIO PER PARTECIPARE AI PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITÀ

Facendo riferimento alle disposizioni in vigore sul Green Pass Rafforzato o Super Green Pass, sono pervenuti alcuni interrogatori con i quali si chiedono chiarimenti sull’applicazione della Certificazione Verde ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza che partecipano ai Progetti Utili alla Collettività (PUC).

Nello specifico, vengono citate: la proroga dello stato di emergenza al 31 marzo 2022; l’istituzione del Super Green Pass; la disposizione dell’obbligo vaccinale per tutti coloro che abbiano compiuto il cinquantesimo anno d’età. È essenziale distinguere coloro che si recano presso gli uffici pubblici per accedere ai servizi sociali da coloro che, in quanto beneficiari RdC, vi accedono per partecipare ai PUC.

https://open.spotify.com/episode/3ZwuLvhnFzEulftOJ0kXYL?si=5af1859623724903
ASCOLTA IL PODCAST!

Come accedere ai servizi sociali presso gli Uffici Pubblici

In base alle direttive del Decreto Ministeriale del 21 gennaio 2022, coloro che accedono ai pubblici uffici per esigenze non essenziali o primarie devono esibire obbligatoriamente il Green Pass “base”, ottenibile tramite vaccinazione, guarigione o tampone negativo. È importante ricordare che sia nei Patti per il Lavoro che nei Patti per l’inclusione Sociale è necessariamente prevista la partecipazione periodica dei beneficiari RdC ad attività e colloqui da svolgere in presenza. Di conseguenza, la non disponibilità del green pass non costituisce una giustificazione per l’assenza agli incontri da parte dei beneficiari. A tal proposito, il case manager deve inviare una convocazione formale tramite raccomandata, PEC o messo comunale, e nel caso in cui il beneficiario non risponda alla convocazione, segnalare l’assenza tramite la Piattaforma GePI. L’obbligo di possedere ed esibire la Certificazione Verde non si applica ai soggetti che, per motivi di salute, non possono ricevere o completare la vaccinazione; pertanto, a chi è esente il controllo verrà effettuato mediante lettura del QR code e l’esibizione della certificazione relativa all’esonero.

Come accedere agli uffici pubblici per partecipare ai PUC

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito dettagliate indicazioni circa gli obblighi di green pass per i beneficiari RdC ai fini della loro partecipazione ai PUC presso le pubbliche amministrazioni. Innanzitutto, bisogna distinguere coloro che non hanno ancora compiuto 50 anni di età da coloro che, invece, l’hanno raggiunta. A seguito del decreto legge entrato in vigore dall’8 gennaio 2022, è stato disposto l’obbligo vaccinale per tutti coloro che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età o lo compiranno entro il 15 giugno 2022, ad eccezione dei casi esenti per motivi di salute. Pertanto, fino al 15 giugno 2022 tutti i lavoratori over 50 non potranno accedere al proprio luogo di lavoro in assenza del Super Green Pass. Per quanto riguarda i beneficiari RdC che non abbiano ancora compiuto 50 anni di età e che sono obbligati dalla normativa a partecipare ai PUC a titolarità dei Comuni, rientrano tra coloro che a qualsiasi titolo svolgono attività presso strutture pubbliche e che a decorrere dal 15 ottobre 2021 e fino al 31 marzo 2022 sono tenute a possedere ed esibire su richiesta la certificazione verde. La trasgressione di tali disposizioni comporterà la mancata partecipazione al PUC e quindi considerata assenza ingiustificata. Invece, per i beneficiari RdC che abbiano compiuto i 50 anni di età, secondo quanto previsto dal suddetto decreto legge, hanno l’obbligo di esibire il Super Green Pass per accedere al luogo dell’attività; di conseguenza, non basterà più il semplice tampone. Infine, nel caso in cui il beneficiario non intendesse dotarsi di green pass, potrà preventivamente rinunciare al Reddito di Cittadinanza per evitare la decadenza e poter ripresentare immediatamente la domanda non appena disponesse della certificazione o quest’ultima non fosse più ritenuta necessaria in termini di legge.

GUARDA IL VIDEO!