REDDITO DI CITTADINANZA E REATI: ECCO COME CAMBIA IL MODELLO DI DOMANDA

REDDITO DI CITTADINANZA E REATI: ECCO COME CAMBIA IL MODELLO DI DOMANDA

REDDITO DI CITTADINANZA E REATI: ECCO COME CAMBIA IL MODELLO DI DOMANDA

Tramite il messaggio n. 3684, l’INPS comunica che è stata aggiornata correttamente la domanda telematica di Reddito e Pensione di Cittadinanza in base alle modifiche introdotte dalla legge di bilancio 2022.

Le disposizioni della legge di bilancio riguardano le modifiche introdotte per i reati, cambiando, di conseguenza, anche il modello di domanda RdC. Per facilitare la compilazione, la dichiarazione del richiedente è stata separata da quella relativa ai componenti del nucleo familiare. Infatti, nel “Quadro F-Condizioni necessarie per godere del beneficio”, il richiedente deve necessariamente indicare il numero di familiari che si trovano in stato detentivo o che sono stati condannati con sentenza passata ingiudicato negli ultimi 10 anni.

ASCOLTA IL PODCAST!

Ciò significa che il nucleo familiare, ai fini del Reddito di Cittadinanza, viene considerato con un membro in meno, ovvero la persona che risulta condannata dalla legge. Al nucleo, quindi, non viene preclusa del tutto la possibilità di accedere al Reddito di Cittadinanza. Infatti, se risultano tutti gli altri requisiti, si può effettivamente presentare domanda. Il modello di domanda aggiornato è presente sia sulla piattaforma ufficiale del Reddito di Cittadinanza, nella sezione “Richiedi” o “Accedi”, sia sul sito INPS, cliccando su “Prestazioni” e poi su “Servizi”. Infine, l’Istituto ricorda che il controllo automatizzato sulla presenza di condanne con sentenza passata ingiudicato da meno di dieci anni per i reati viene effettuato su tutti i richiedenti e i percettori di Rdc/Pdc.

GUARDA IL VIDEO!