REDDITO DI EMERGENZA: DSU, ESITI E DATE PAGAMENTI

REDDITO DI EMERGENZA: DSU, ESITI E DATE PAGAMENTI

REDDITO DI EMERGENZA: DSU, ESITI E DATE PAGAMENTI

La presenza di una DSU in corso di validità è uno dei requisiti necessari per avere diritto al Reddito di Emergenza, come chiarito da una recente comunicazione INPS.

Il Reddito di Emergenza è una delle grandi novità contenute all’interno del decreto legge n. 34/2020, il cosiddetto decreto Rilancio, e si configura come una nuova misura di sostegno economico per i nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La scorsa settimana, l’Inps tramite il comunicato stampa del 5 giugno 2020, ha dichiarato che a seguito dell’esame delle prime richieste arrivate di Reddito di Emergenza (Rem), è emerso che molte domande sono state presentate prive di Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) valida.

Già precedentemente, l’Istituto aveva indicato con la circolare n.69 del 3 giugno 2020 le norme che disciplinano il Reddito di Emergenza, precisando che fra i requisiti richiesti al momento della presentazione della domanda, oltre a quelli socio-economici previsti dalla legge, è necessaria la presenza di una DSU valida.

Infatti, la domanda senza DSU valida non può essere accolta e di conseguenza, solo dopo aver ottenuto una DSU valida sarà possibile presentare una nuova domanda di REM.

In ogni caso, le domande per il Reddito di Emergenza devono essere inviate entro il 30 giugno 2020.

La domanda può essere inoltrata online entrando sul sito ufficiale dell’INPS autenticandosi con PIN, SPID almeno di livello 2, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica oppure è possibile rivolgersi ad un patronato. Infine, come annunciato dall’INPS, le domande presentate nel mese di maggio saranno elaborate entro la giornata di oggi e da domani sarà possibile consultarne gli esiti. Invece, sono già disponibili per alcune delle domande sia l’esito che la data di pagamento.

Lascia un commento