REDDITO E PENSIONE DI CITTADINANZA: L’OSSERVATORIO INPS

REDDITO E PENSIONE DI CITTADINANZA: L’OSSERVATORIO INPS

REDDITO E PENSIONE DI CITTADINANZA: L’OSSERVATORIO INPS

Pubblicato l’Osservatorio Reddito e Pensione di Cittadinanza  con i dati aggiornati al 19 settembre. Dall’inizio di quest’anno, INPS fa sapere che i nuclei percettori di almeno una mensilità di RdC sono stati 1.479.809, con 3.386.231 di persone coinvolte e un importo medio mensile di 582,04 euro.

Stando a quanto riportato dall’Istituto, nel mese di agosto, i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza sono stati 1,06 milioni, con 2,38 milioni di persone coinvolte e un importo medio erogato a livello nazionale di 580 euro. Mentre, per quanto riguarda la Pensione di Cittadinanza, si tratta di 119 mila nuclei, 134 mila persone coinvolte e un importo di 275 euro.

ASCOLTA IL PODCAST!

In linea generale, l’importo medio della prestazione cambia moltissimo in base al numero dei componenti del nucleo familiare: si va, sempre di media, da minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 734 euro per le famiglie con cinque componenti. In totale, la platea dei percettori di Reddito e di Pensione di Cittadinanza è composta da 2,2 milioni di cittadini italiani, 221 mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e 88 mila cittadini europei. I nuclei con minori sono quasi 368 mila, con 1,32 milioni di persone coinvolte. Per loro, l’importo medio mensile è di 679 euro, e va da un minimo di 590 euro per i nuclei composti da due persone a un massimo di 739 euro per quelli composti da cinque persone. Invece, sono oltre 201 mila i nuclei che comprendono persone con disabilità, complessivamente 451 mila persone coinvolte. L’importo medio è di 489 euro, con un minimo di 384 euro per i nuclei composti da una sola persona e un massimo di 700 euro per quelli composti da cinque persone. In merito alla distribuzione geografica, l’osservatorio evidenzia che al Nord si contano 449 mila beneficiari, 341 mila al Centro e 1,72 milioni nell’area Sud e Isole. Infine, si segnala che nel corso dei primi otto mesi dell’anno, ci sono state oltre 42 mila revoche e 221 mila decadenze.

GUARDA IL VIDEO!