SI AVVICINANO I TERMINI DI SCADENZA PER IMU, TASI E TARI

SI AVVICINANO I TERMINI DI SCADENZA PER IMU, TASI E TARI

IMU, TASI E TARI: I TERMINI

Si avvicina la data del 16 giugno entro la quale, almeno in teoria, bisogna pagare l’acconto dell’Imu che, da quest’anno, comprende anche la Tasi.

L’emergenza coronavirus ha condizionato il calendario relativo al versamento dei tributi locali, inclusa la Tari; la scadenza viene mantenuta quasi ovunque, ma in alcune città è stata spostata.

Quella che presenta maggiore omogeneità da questo punto di vista è l’Imu. I Comuni insistono sul fatto che l’acconto viene fissato a livello nazionale e che il Governo nulla ha detto sul fatto che il 16 giugno non si debba pagare l’acconto dell’imposta sugli immobili; l’unica indicazione arrivata da Palazzo Chigi riguarda l’esonero dalla prima rata dell’Imu per il settore del turismo, quindi per alberghi, stabilimenti balneari, bed & breakfast, ecc.

Per quanto riguarda la Tari, si lavora ancora sulla revisione delle tariffe. Non tanto per le famiglie, per le quali restano le cifre stabilite prima della crisi sulla base della loro situazione economica e sociale, quanto per aziende ed esercenti. Il termine per deliberare le tariffe e i regolamenti della TARI e della Tariffa corrispettiva, per l’anno 2020, è il 31 luglio 2020 che è anche il termine entro cui deliberare il bilancio di previsione per l’anno 2020.

Per quanto riguarda l’IMU, il termine per deliberare le aliquote e il regolamento della “nuova” IMU, per l’anno 2020, è il 31 luglio 2020 che è anche il termine entro cui deliberare il bilancio di previsione per l’anno 2020. Viene così allineato il termine di approvazione delle aliquote dell’IMU con il termine di approvazione del bilancio di previsione 2020.

Lascia un commento

×