SISTEMA TS: INVIO DATI SPESE SANITARIE 2021

SISTEMA TS: INVIO DATI SPESE SANITARIE 2021

SISTEMA TS: INVIO DATI SPESE SANITARIE 2021 

Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha stabilito le nuove date di trasmissione dei dati.

Rinviato di un anno l’obbligo di trasmissione dei dati con cadenza mensile fissando, per il 2021, una periodicità di trasmissione dei dati per semestre con obbligo di invio degli stessi entro la fine del mese successivo a ciascun semestre, quindi 31 luglio 2021 e 31 gennaio 2022.Quindi, dal 1° gennaio 2022 si passerà alla periodicità mensile.

Nello specifico, sono obbligati all’invio dei dati le seguenti categorie di soggetti:
le farmacie, le strutture specialistiche pubbliche e private accreditate, gli iscritti all’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri, le strutture autorizzate alla vendita al dettaglio dei medicinali veterinari, le parafarmacie, gli ottici, gli iscritti agli albi professionali degli psicologi, gli infermieri, gli ostetrici, i medici veterinari, i tecnici sanitari di radiologia medica, le strutture della sanità militare, la farmacia assistenziale dei mutilati e invalidi di guerra e del lavoro e gli iscritti all’albo dei biologi.

Inoltre, sono obbligati gli iscritti ai nuovi Albi delle professioni sanitarie istituiti dal decreto del Ministero della salute del 13 marzo 2018 e precisamente:
tecnico sanitario di laboratorio biomedico; tecnico audiometrista; tecnico audioprotesista; tecnico ortopedico; dietista; tecnico di neurofisiopatologia; tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare; igienista dentale; fisioterapista; logopedista; podologo; ortottista e assistente di oftalmologia; terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; tecnico della riabilitazione psichiatrica; terapista occupazionale; educatore professionale; tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro; assistente sanitario.

I soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema TS elencati devono inviare i dati dei documenti di spesa rilevanti per la detrazione delle spese sanitarie del cittadino.
In particolare, vanno inviate tutte le fatture relative a prestazioni sanitarie, certificative, a carattere peritale rilasciate a persone fisiche.

Inoltre, esistendo l’obbligo di detrarre in dichiarazione dei redditi solo le spese sostenute con strumenti tracciabili, viene chiesto direttamente al soggetto interessato di “certificare” l’avvenuto pagamento con sistemi tracciabili nella fase d’inserimento delle spese attraverso il Sistema Tessera Sanitaria.

Per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, i soggetti obbligati provvedono, relativamente ai dati dei documenti fiscali, alla trasmissione degli stessi dati comprensivi anche dei seguenti ulteriori dati:

  • tipo di documento fiscale, ai fini della distinzione delle fatture dalle altre tipologie di documento;
  • aliquota ovvero natura IVA della singola operazione;
  • indicazione dell’esercizio dell’opposizione da parte del cittadino alla messa a disposizione dei dati all’Agenzia delle entrate ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.
×