Spesa alimentare e risparmio: Fino al 15% per i prodotti di stagione

Fino al 15% di risparmio per la spesa alimentare se si acquistano prodotti di stagione. È questo il pronostico dell’ultimo Osservatorio del CAR.

Fino al 15% di risparmio per la spesa alimentare se si acquistano prodotti di stagione. È questo il pronostico dell’ultimo Osservatorio del CAR.

Secondo le previsioni dell’ultimo Osservatorio del CAR, il Centro Agroalimentare di Roma, con l’arrivo della primavera, i consumatori sono molto più invogliati ad acquistare prodotti di stagione, anche in vista del ponte del 1° maggio. Una scelta piuttosto “saggia”, dal momento che l’acquisto di questi cibi permetterà un risparmio sulla spesa alimentare che si aggira tra il 10 e il 15%. E non è poco, considerando i forti aumenti degli ultimi mesi.

ASCOLTA IL PODCAST!

I prodotti di stagione per risparmiare sulla spesa alimentare

Il frutto più in voga e soprattutto più economico è sicuramente la fragola. Le tipologie preferite degli italiani sono la Melissa, la Favetta di Terracina e la Candonga della Basilicata. Per quanto riguarda gli ortaggi, spiccano asparagi, agretti e fave, disponibili in grande quantità e a meno di 1,50 euro al kg. Il peperone rosso italiano, invece, soffre il cambiamento climatico, che ha rallentato la maturazione e lo sviluppo. Di conseguenza, sarà un po’ più difficile trovarlo nei punti vendita.

In ultimo, c’è il comparto pescheria. Anche in questo caso, il calo delle temperature e il forte vento hanno rallentato la pesca e così i consumatori preferiscono il pesce proveniente da acque meno profonde, ad esempio, il mare Adriatico. Attualmente, i prodotti ittici più economici sono il pesce azzurro, le spigole, le cozze e le orate da allevamento. Mentre, con il ritorno del turismo di stagione, c’è una forte domanda di crostacei da parte del settore ristorativo.

GUARDA IL VIDEO!