Spese sanitarie 730/2024: È online il modello di opposizione

Ci sono importanti novità sul modello 730/2024 che riguardano le spese sanitarie sostenute nel 2023.

Spese sanitarie 730

Spese sanitarie 730

Ci sono importanti novità sul modello 730/2024 che riguardano le spese sanitarie sostenute nel 2023.

L’Agenzia delle Entrate ha da poco pubblicato, sul proprio sito ufficiale, il modello aggiornato per opporsi all’utilizzo per il 730 dei dati delle spese sanitarie sostenute nel 2023. Dati che, altrimenti, finirebbero in automatico nel 730 precompilato del 2024.

ASCOLTA IL PODCAST!

Infatti, una volta compiuti 16 anni, è possibile scegliere se rendere disponibili o meno le proprie spese sanitarie all’amministrazione finanziaria. Quindi, nel caso in cui un figlio a carico dei genitori compila il modello e sceglie di opporsi all’utilizzo di questi dati, il padre o la madre non potranno vedere queste spese nella propria dichiarazione dei redditi. Stesso discorso per i figli di età inferiore ai 16 anni. L’unica differenza è che in questo caso è il genitore, tutore o rappresentante legale che compila il modello di opposizione. 

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate fa sapere che ci sono due modalità di opposizione che hanno, però, tempistiche diverse. La prima è quella di compilare il modello specificando le spese da escludere e inserendo i dati anagrafici, il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria con relativa scadenza. Ma attenzione, perché questi dati devono essere del contribuente. Poi, una volta terminata la compilazione, il modello deve essere inviato per email all’Agenzia tramite l’indirizzo opposizioneutilizzospesesanitarie@agenziaentrate.it. Questa prima procedura sarà attiva dal 1° ottobre 2023 fino al 31 gennaio 2024. 

Per la seconda modalità, invece, bisognerà accedere al sito Sistema tessera sanitaria tramite SPID, Carta d’Identità Elettronica o Tessera Sanitaria e Carta Nazionale dei Servizi. Una volta all’interno della propria area riservata, sarà possibile consultare l’elenco delle spese sanitarie. Successivamente, bisognerà selezionare quelle che si vogliono escludere dalla dichiarazione dei redditi. Questa procedura sarà attiva dal 9 febbraio all’8 marzo 2024.

GUARDA IL VIDEO!