Stato domanda Supporto Formazione e Lavoro: Verificata-Accolta-Acquisita, cosa significa?

Con la circolare n. 3379 del 27 settembre, INPS spiega le varie definizioni sullo stato delle domande del Supporto Formazione e Lavoro.

Stato domanda Supporto

Stato domanda Supporto

Con la circolare n. 3379 del 27 settembre, INPS spiega le varie definizioni sullo stato delle domande del Supporto Formazione e Lavoro.

Le domande che superano la prima fase di accertamento dei requisiti risultano nello stato “Verificata salvo ulteriori controlli” sia sul SIISL sia nella procedura internet della domanda SFL. Questo vuol dire che rimane comunque la possibilità che ci siano dei controlli successivi. 

ASCOLTA IL PODCAST!

Per far sì che lo stato della domanda passi ad “Accolta salvo ulteriori controlli”, il richiedente dovrà accedere alla Piattaforma SIISL e confermare la propria iscrizione. Successivamente, scrivere il CV, compilare e sottoscrivere il patto di attivazione digitale. Il passaggio della domanda da verificata ad accolta avverrà in automatico e solo da allora si potrà proseguire con il percorso di attivazione lavorativa. Invece, per chi aveva già effettuato l’accesso al SIISL, precompilato e sottoscritto il PAD, quest’ultimo diventa da subito operativo e la domanda risulterà direttamente accolta.

Ma attenzione, perché se la domanda non risulta come “Verificata” ma come “Acquisita” per un lungo periodo, probabilmente è perché è sottoposta a maggiori controlli. In questo caso, nella piattaforma SIISL lo stato della domanda sarà “Acquisita”, mentre nella procedura SFL risulterà come “Sospesa per supplemento istruttorio”. 

Come verificare lo stato della domanda del Supporto Formazione e Lavoro

Per verificare lo stato della domanda basterà accedere sul sito INPS, andare nella sezione dedicata al Supporto e cliccare su “Gestione della domanda”. Passando il mouse sopra l’indicazione “(i)” vicino allo stato della domanda, sarà possibile sapere quali requisiti sono ancora in fase di accertamento

Le motivazioni potrebbero essere:

  • Cittadinanza/residenza”;
  • Controlli preliminari: rilevata prestazione incompatibile”. Vuol dire che già si percepiscono delle misure di integrazione o di sostegno al reddito che sono, appunto, incompatibili con il SFL;
  • Controlli ISEE: sopra soglia”, cioè si supera il limite previsto per la misura;
  • DSU non presente; ISEE difforme”, cioè che presenta omissioni o difformità. Oppure ancora che non coincide con il nucleo anagrafico.

Una volta completati i controlli, se i requisiti risultano soddisfatti, lo stato passerà su “Verificata salvo ulteriori controlli”. A quel punto bisognerà accedere al SIISL e svolgere tutti i passaggi di cui sopra. Al contrario, se mancano uno o più requisiti, la domanda risulterà “Respinta”.

In ultimo, INPS specifica che durante la fase dei controlli potrebbero intervenire anche altri enti, ad esempio i comuni per il requisito della residenza. Oppure, il richiedente stesso potrà modificare la domanda, ad esempio per regolarizzare un ISEE difforme.

GUARDA IL VIDEO!