UNIONE EUROPEA: L’ACCORDO COMMERCIALE CON LA NUOVA ZELANDA

UNIONE EUROPEA: L’ACCORDO COMMERCIALE CON LA NUOVA ZELANDA

UNIONE EUROPEA: L’ACCORDO COMMERCIALE CON LA NUOVA ZELANDA

Dopo una trattativa durata ben 4 anni, finalmente è stato approvato il nuovo accordo commerciale tra Unione europea e Nuova Zelanda.

Ad annunciarlo è stata la Commissione Ue, la quale sottolinea che l’intesa punta a far salire del 30% gli scambi bilaterali. Infatti, grazie alla riduzione di circa 140 milioni dei dazi doganali sulle merci destinate alla Nuova Zelanda, è possibile che ci sia un aumento dell’export dell’Unione di oltre 4,5 miliardi di euro. I protagonisti dell’export agroalimentare sono le carni suine, i vini, gli spumanti e i prodotti del settore dolciario che, grazie all’accordo, potranno beneficiare del riconoscimento e della tutela di tutte le denominazioni dell’Ue, relative soprattutto ai vini, e di 163 prodotti a indicazione geografica protetta.

ASCOLTA IL PODCAST!

Dall’altra parte, invece, il governo della Nuova Zelanda si è impegnato ad eliminare i dazi doganali su oltre il 90% dei prodotti destinati al mercato dell’Unione, a tagliare le tariffe su una serie di prodotti ortofrutticoli, come il kiwi, le cipolle e le mele, e ad attuare quote agevolate per le produzioni zootecniche che dovrebbero consentire un progressivo aumento dell’export di circa 550 milioni di euro. Infine, è prevista anche l’esportazione a dazio zero di 4 mila tonnellate all’anno di etanolo e, secondo i dati della Commissione Ue, l’interscambio bilaterale di prodotti agroalimentari ha fatto registrare lo scorso anno un saldo attivo di 750 milioni di euro a favore della Nuova Zelanda.

GUARDA IL VIDEO!