VAL PADANA: LA PROPOSTA PER UN NUOVO STATO DI EMERGENZA IDRICA

VAL PADANA: LA PROPOSTA PER UN NUOVO STATO DI EMERGENZA IDRICA

VAL PADANA: LA PROPOSTA PER UN NUOVO STATO DI EMERGENZA IDRICA

La proposta è stata lanciata ai ministri Patuanelli e Cingolani, per salvare i campi in Val Padana.

Purtroppo, il persistere delle alte temperature, insieme alla prolungata siccità che ci ha colpito durante i mesi invernali, stanno causando non poche difficoltà ai produttori agricoli in Val Padana che si ritrovano quotidianamente con canali per l’irrigazione completamente asciutti. Il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, sottolinea che la situazione che sta vivendo la pianura padana è particolarmente critica, non solo per la mancanza di acqua, ma anche per la minaccia ad un’importante percentuale della produzione agricola nazionale e dell’allevamento.

ASCOLTA IL PODCAST!

Infatti, a causa della situazione climatica, molti agricoltori hanno deciso di iniziare in anticipo il taglio del mais, nonostante il rischio di provocare perdite considerevoli. A tutto ciò, si aggiunge la guerra in Ucraina con la scarsa disponibilità di cereali per l’alimentazione animale negli allevamenti. Una situazione che rischia di avere conseguenze disastrose sul Made in Italy agroalimentare, e che penalizza ulteriormente il settore, già gravato dall’aumento generalizzato dei costi produttivi e dall’inflazione.