VINO ITALIANO: CALANO LE VENDITE NELLA GDO ESTERA

VINO ITALIANO: CALANO LE VENDITE NELLA GDO ESTERA

VINO ITALIANO: CALANO LE VENDITE NELLA GDO ESTERA

Fino a settembre 2022, l’Italia ha segnato un crollo del 10% in Germania, USA e Regno Unito, principali acquirenti del Made in Italy.

Le vendite di vino italiano nei mercati esteri hanno segnato una perdita del 10%, di cui -11% spumante e -9% vino fermo. A rilevarlo è stato l’Osservatorio del vino di Unione Italiana Vini, che si è occupato soprattutto delle vendite nei primi tre paesi, ovvero Germania, Stati Uniti e Regno Unito.

ASCOLTA IL PODCAST!

In merito al mercato americano, i vini fermi segnano un calo sia in volume (-8%) che in valore (-6%), invece gli spumanti registrano una crescita in valore dell’1%, ma diminuiscono in volume del 2%, per un totale complessivo di 1,56 miliardi di euro. Nel mercato britannico la situazione non è migliore. Infatti, lo spumante segna un -14% a volume, gli still wines -11%, gli sparkling -12% e i vini fermi -8%. Il valore delle vendite è di circa 1 miliardo di sterline con importanti contrazioni per il Primitivo, il Pinot Grigio e il Montepulciano. Infine, nel mercato tedesco a registrare maggiori problemi sono lo spumante, che cala del 17% a volume e del 12% a valore, e i vini fermi che segnano riduzioni del 9%.

GUARDA IL VIDEO!