BONUS 2.400 EURO: COME POSSONO OTTENERLO PRECARI E STAGIONALI

BONUS 2.400 EURO: COME POSSONO OTTENERLO PRECARI E STAGIONALI

BONUS 2.400 EURO: COME POSSONO OTTENERLO PRECARI E STAGIONALI 

L’INPS, con il messaggio 1275 del 25 marzo, fornisce le prime informazioni in merito alle prestazioni previste dal nuovo decreto Sostegni.

I lavoratori che nei mesi scorsi hanno già beneficiato dell’aiuto economico, previsto dal decreto Ristori, riceveranno in automatico il nuovo bonus onnicomprensivo pari a 2.400 euro.

Chi non ha presentato alcuna domanda lo scorso anno e, quindi, non ha ottenuto le indennità previste dai precedenti decreti emergenziali, dovrà necessariamente presentare apposita richiesta, in via telematica, all’Istituto entro la scadenza del prossimo 30 aprile.

BENEFICIARI IN AUTOMATICO

Nella nota pubblicata, l’INPS specifica che riceveranno anche la nuova indennità di 2.400 euro direttamente in accredito sull’Iban indicato nelle precedenti richieste le seguenti categorie di lavoratori, beneficiari delle precedenti tutele, cioè:

  • i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori intermittenti;
  • i lavoratori autonomi occasionali;
  • i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dello spettacolo.

NUOVE RICHIESTE

Coloro che in passato non avevano già avanzato richieste pur presentando i requisiti di accesso, o non rientravano nella platea dei beneficiari individuata nei precedenti provvedimenti emergenziali, dovranno presentare domanda entro il 30 aprile 2021, utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per gli enti di patronato/consulenti nel sito internet dell’istituto.

Attenzione: solamente per coloro che dovranno presentare per la prima volta l’istanza per l’accesso al contributo, non dovranno, alla data di presentazione della domanda essere titolari di pensione o altro contratto di lavoro subordinato con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità.

AMPLIAMENTI

Il decreto Sostegni ha ampliato la platea dei possibili beneficiari rispetto ai precedenti decreti emergenziali, includendo, ora, nel perimetro del bonus anche i lavoratori somministrati in settori diversi dal turismo e degli stabilimenti balneari, e innalzando il tetto massimo di reddito annuo per l’accesso all’indennità dei lavoratori dello spettacolo, da 50mila a 75mila euro.

INCUMULABILITÀ

Le indennità previste non sono cumulabili fra di loro; qualora l’interessato rientri in più di una categoria di lavoratori potenziali beneficiari, il bonus di 2.400 euro potrà essere corrisposto solamente un’unica volta e non replicato per le varie categorie ammissibili al beneficio.

Tali indennità non concorrono alla formazione del reddito del contribuente beneficiario, ma rimangono comunque cumulabili con l’assegno ordinario di invalidità

Lascia un commento