DRAGHI: NECESSARIE MISURE DI CONTRASTO ALLA CRISI ALIMENTARE

DRAGHI: NECESSARIE MISURE DI CONTRASTO ALLA CRISI ALIMENTARE

DRAGHI: NECESSARIE MISURE DI CONTRASTO ALLA CRISI ALIMENTARE

Il Presidente Mario Draghi, ha reso noto che la crisi sanitaria ha generato una crisi alimentare, per cui bisogna agire subito per migliorare l’accesso agli approvvigionamenti

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in un passaggio del suo intervento al pre-vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari ospitato dal Governo italiano ha affermato che: «La crisi sanitaria in corso ha generato una crisi alimentare. Come fatto per i vaccini, dobbiamo agire con la determinazione per migliorare l’accesso ad una quantità adeguata di approvvigionamenti alimentari».

L’Italia ha già promosso una coalizione alimentare a cui hanno aderito più di 40 Paesi; l’obiettivo è di raggiungere la “Sicurezza alimentare per tutti”, combattendo la povertà estrema e l’insicurezza alimentare generate dalla pandemia.

L’idea di questo vertice fu lanciata dal segretario generale Guterres in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, nell’ottobre 2019. La pandemia da Covid-19 ha reso preoccupazioni preesistenti ancora più urgenti e la crisi globale ha spinto milioni di persone al di sotto della soglia di povertà.

Condizioni meteorologiche estreme e interruzioni degli Approvvigionamenti hanno contribuito all’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari. L’indice dei prezzi delle materie prime agricole registra un incremento del 30% rispetto al mese di gennaio 2020 ed è prossimo ai livelli massimi degli ultimi otto anni.

Di conseguenza, la piaga della malnutrizione si sta diffondendo ed è diventata la causa principale di malattie e di morte. Nel 2019, erano circa 690 milioni nel mondo le persone che soffrivano di fame; secondo l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura, la pandemia farà crescere il numero delle persone che soffrono di malnutrizione di 130 milioni, portando il totale a oltre 800 milioni.

Quanto all’obiettivo della sicurezza alimentare per tutti, ha sottolineato ancora Draghi, che abbiamo bisogno di maggiori finanziamenti da parte dei Governi e delle banche di sviluppo, al fine di ridurre i rischi per gli investitori nel settore agricolo e di migliorare l’accesso al credito, soprattutto da parte dei piccoli agricoltori.