BONUS WEDDING, AL VIA LE DOMANDE: ECCO COME RICHIEDERLO

BONUS WEDDING, AL VIA LE DOMANDE: ECCO COME RICHIEDERLO

BONUS WEDDING, AL VIA LE DOMANDE: ECCO COME RICHIEDERLO

Come sappiamo il decreto “Sostegni-bis” ha destinato risorse finanziarie per 60 milioni di euro ad alcuni settori economici particolarmente danneggiati dall’emergenza Covid-19, tra cui, appunto, il settore del “wedding”, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie e settore Ho.Re.Ca.

Nello specifico, per le attività del settore legato ai matrimoni, sono stati stanziati 40 milioni di euro, per il settore intrattenimento e organizzazione di feste e cerimonie, 10 milioni di euro, ed infine per il settore Ho.Re.Ca altri 10 milioni. Le imprese operanti in questi settori per accedere a questi contributi a fondo perduto devono dimostrare di aver subito una riduzione del 30% tra i ricavi dell’anno 2019 e quelli del 2020 e della stessa percentuale tra il risultato economico del 2019 e quello del 2020.  Le imprese devono, inoltre, avere la sede legale o operativa nel territorio italiano, risultare iscritte e attive nel Registro delle imprese tenuto presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, non essere in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali e non essere già in difficoltà al 31 dicembre 2019. 

ASCOLTA IL PODCAST!

Le domande devono essere inviate esclusivamente in via telematica. Ai richiedenti basterà seguire la procedura web all’interno del portale “Fatture e corrispettivi”. Se il richiedente presenta un’istanza con dati errati, può sostituirla presentandone una nuova ma sempre entro il termine del 23 giugno 2022. Dopo questa data infatti, partirà l’elaborazione automatizzata delle domande e a seguito dei controlli preliminari verrà rilasciata la ricevuta di presa in carico dell’istanza ovvero di scarto motivato. Successivamente, dopo controlli più approfonditi, l’Agenzia delle Entrate procederà alla ripartizione dei fondi stanziati per ciascun settore e all’erogazione dei contributi.