RIFORMA DEL CATASTO: ARRIVA IL VIA LIBERA

RIFORMA DEL CATASTO: ARRIVA IL VIA LIBERA

RIFORMA DEL CATASTO: ARRIVA IL VIA LIBERA

È finalmente passatala la modifica prevista dalla delega fiscale, in commissione Finanze alla Camera, riguardante la riforma del catasto.

Per quanto riguarda le sanzioni amministrative, l’obiettivo è quello di rivedere la loro misura, garantendone la gradualità e la proporzionalità rispetto alla gravità delle violazioni commesse. La riforma dispone poi l’incrocio delle banche dati a disposizione delle singole amministrazioni oltre al pieno utilizzo da parte della Pa dei dati della fatturazione elettronica e dalla trasmissione telematica dei corrispettivi. A seguire, è stata confermata la flat tax, con scivolo di due anni. Non solo, in commissione Finanze, si è affrontato anche il tema del cashback fiscale ed è stato deciso che sarà applicato con priorità alle spese di natura socio-sanitaria. Di conseguenza, non bisognerà più attendere il momento della dichiarazione dei redditi per scaricare il 19% della spesa sostenuta in relazione ad acquisti tracciabili di specifici beni e servizi.

ASCOLTA IL PODCAST!

Le detrazioni saranno erogate direttamente tramite piattaforme telematiche diffuse. È prevista anche una razionalizzazione e semplificazione degli adempimenti sia a livello di dichiarazioni dei redditi che di versamenti tributari. La riformulazione alla delega fiscale impone, poi, all’amministrazione finanziaria di non richiedere al contribuente documenti già in possesso di altre amministrazioni pubbliche. Infine, per quanto riguarda la lotta all’evasione, vengono riconosciuti nuovi strumenti di contrasto. L’autorità competente potrà infatti avvalersi del digitale e dell’intelligenza artificiale, nel rispetto dei dati personali, e potrà fare pieno ricorso ai dati dell’anagrafe tributaria. Inoltre è previsto un potenziamento dell’analisi per prevenire o monitorare i casi ad alto potenziale di rischio.

GUARDA IL VIDEO!